Cerca
  • Andrea Casu

Reddito di Inclusione il M5S nega l'accesso ai cittadini romani


Il Comune di Roma nega ai romani l'accesso al REI ponendo delle grandi difficoltà ai cittadini che hanno diritto al Reddito d’inclusione. Il Reddito d’inclusione è un provvedimento fortemente voluto dai governi Renzi e Gentiloni, la prima misura universale di contrasto alla povertá, pensata per i 2 milioni di italiani che versano nelle situazioni di piú grande difficoltà. Per Roma è molto importante, per questo come PD abbiamo subito avviato a partire dal 1 dicembre una mobilitazione strada per strada per farlo conoscere a tutti i romani. La circolare della sindaca di Roma rende però molto difficile per i romani presentare la richiesta con tempi molto lunghi e appuntamenti previsti addirittura a distanza di mesi, basti pensare che in queste ore in molti municipi vengono dati appuntamenti a fine 2018 solo per avviare l’iter. Eppure in tante città le procedure sono quelle, snelle e veloci previste dalla legge con alcune facilitazioni ulteriori. A Milano e Napoli è possibile presentare la domanda nei Caf, a Fiumicino è sufficiente presentarsi all'ufficio Protocollo a Roma tutto questo è reso impossibile dell’amministrazione capitolina. Come PD Roma chiediamo insieme ai nostri eletti la cancellazione della circolare e la velocizzazione e lo snellimento delle procedure per garantire a tutti i romani in difficoltá l'accesso rapido e diretto a questo nuovo fondamentale diritto.