Addio a Cornelia Paselli, una delle poche sopravvissute all'eccidio di Monte Sole

Cornelia Paselli nel 1944 viveva a Monte Sole e aveva solo 18 anni.


Si è trovata in mezzo alla furia dei nazifascisti che, tra l'estate e l'autunno di quell'anno, avevano cominciato a straziare la gente dell'Appennino bolognese.


Le bombe a mano lanciate dalle truppe tedesche l'avevano fatta sbalzare in mezzo alla folla. Riuscì a riprendersi solo con la voce della madre, colpita alle gambe e prossima alla morte. "Cinzia e Maria sono andate" la madre riuscì a dirle solo questo prima di morire.


Cinzia e Maria erano le sue sorelline, ammazzate dai nazisti come tutta la sua famiglia e altre centinaia di innocenti donne, bambini e anziani.


Un massacro che Cornelia ha continuato a testimoniare con dolore fino ad oggi, giorno della sua scomparsa.


Se ne va così, dopo anni di lotte, quella che è stata una delle pochissime sopravvissute all'eccidio di Monte Sole. Una voce di quel massacro, che non può mai essere dimenticato.


Riposi in pace.


19 aprile 2022



Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square