top of page

Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo alle vittime innocenti delle mafie

«Sono la mamma di Antonino Montinaro, il caposcorta di Giovanni Falcone. Perché il nome di mio figlio non lo dicono mai? È morto come gli altri»


È il dolore di Carmela, una signora che durante la celebrazioni in memoria delle vittime della Strage di Capaci non sente pronunciare il nome del figlio, liquidato sotto l’espressione “i ragazzi della scorta”.

Don Luigi Ciotti ne coglie la sofferenza e da quel momento con l’associazione Libera si impegna nella costruzione di una memoria collettiva in grado di tenere viva la memoria di tutte, nessuna esclusa, le vittime della mafia.


Con il voto unanime del 1° marzo 2017 alla Camera dei Deputati è stata quindi istituita la Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo alle vittime innocenti delle mafie, celebrata ogni 21 marzo, primo giorno di primavera.


La ricorrenza consolida il nostro impegno quotidiano contro tutte le mafie, senza mai dimenticare le persone che hanno sacrificato la propria vita per il nostro Paese. Perché ognuna di esse ha il diritto di essere ricordata con il proprio nome e cognome.


Oggi e sempre.



Commentaires


Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
bottom of page