top of page

Un nome al neonato vittima del naufragio: sottoscrivo la proposta di Paolo Siani e Geppino Fiorenza

Tra le sessantacinque bare che si trovano al Palamilone ce n'è una bianca, più piccola delle altre, con sopra un'automobilina della polizia che testimonia il sentimento di dolore delle forze dell'ordine per quanto accaduto.


Sulla bara nessun nominativo, solo una scritta, anzi una sigla di numeri e lettere:

KR46MO

KR.Crotone

46. Quarantaseiesima vittima raccolta

M. Maschio

0. Neanche un anno di età


Una sigla anonima, straziante, che riempie il cuore di dolore e che sarebbe bello sostituire in base a quell'articolo 7.1 della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza che recita:

"Il fanciullo è registrato immediatamente al momento della sua nascita e da allora ha diritto a un nome"


Per questo motivo sottoscrivo la proposta di Paolo Siani e Geppino Fiorenza affinché venga dato un nome al neonato rimasto vittima del naufragio al largo delle coste calabresi. Lo dobbiamo alla nostra civiltà e alla nostra umanità.



Comments


Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
bottom of page