top of page

Nel Bilancio il Governo Meloni mette 11 miliardi sul Ponte ma dimentica il Trasporto Pubblico Locale

Da La Repubblica del 23/11/2023



Metro, i soldi di Roma e Firenze vanno a Milano. Salvini: “Non ci sono risorse per tutti”. Il Pd: gioco delle tre carte


di Aldo Fontanarosa


La legge di bilancio dirotta verso la Lombardia i milioni destinati ad altre città, tra cui la Capitale. Colpita anche Catania. Il deputato Casu: il Ponte prende tutto, trascurato il trasporto locale che aiuta i cittadini


ROMA – I soldi per le metropolitane di Roma e Firenze finiscono a Milano. E il ministro dei Trasporti Matteo Salvini, storico capo della Lega, mette la firma sullo spostamento delle risorse verso la Lombardia.


Al punto da attirarsi l’attacco frontale del Pd che gli contesta un peccato originale: aver puntato il grosso delle disponibilità sul Ponte di Messina, finendo con il trascurare il trasporto locale.


La legge di bilancio, ora all’esame del Senato, parla di “riprogrammazione”. Segnano il passo Firenze – che aspettava 30 milioni per i nuovi tratti della sua tramvia (già stanziati in passato) – e Roma, in attesa di altri 10 (“per l’acquisto di materiale rotabile”).


Le linee M4 ed M5


Questi 40 milioni vengono posdatati, rinviati di tre anni: Roma e Firenze li avranno solo nel 2027. Vince invece Milano che potrà contare su 20 milioni per il 2024 e il 2025, e altri 40 per il 2026. Soldi destinati alla cura e al prolungamento “delle nuove linee metropolitane M4 ed M5”.

Il taglio alle spese ministeriali – la spending review – toglie infine 1,2 milioni alla metropolitana di Catania (tra il 2024 e il 2026).


Già un mese fa, il 27 ottobre, Matteo Salvini mette la firma su tutto questo: "Nella legge di bilancio, dove non ci sarà tutto per tutti, ci sono abbondanti fondi per le linee metropolitane di Milano, vere protagoniste, verso sud e verso nord".


"Un danno al Paese”


Ora il Pd prepara un emendamento alla legge di bilancio che punta a restituire a Roma, Firenze e Catania i soldi rinviati o cancellati.


Dice il deputato dem, Andrea Casu: “Il gioco delle tre carte del governo Meloni fa male al Paese. Dare più fondi alle metro di Milano – spostando risorse destinate a Firenze (vedi filmato in basso), Roma o Catania – significa ignorare che tutto il trasporto pubblico locale va potenziato”.

"Se il ministro dice che non ci sono risorse per tutti nella Manovra è solo perché lui ha scelto di puntare solo sul Ponte sullo Stretto e dimenticare il resto”.



Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
bottom of page