7 luglio: per non dimenticare la storia di Benedetta Ciaccia e di tutte le vittime del terrorismo

A Roma, in una piccola lingua d'asfalto tra Selva Candida e Casalotti, c'è una via che porta il nome di Benedetta Ciaccia.


Benedetta, trentunenne romana, fu l'unica vittima italiana degli attentati di Londra del 2005: una serie di esplosioni che coinvolsero il sistema dei trasporti della capitale britannica.


Quel maledetto 7 luglio, la ragazza, come tutti i giorni, aveva preso la metropolitana per raggiungere il posto di lavoro salendo sul treno fatto poi esplodere dagli attentatori tra le stazioni di Liverpool Street e Aldgate East.


Entrata nell'elenco dei dispersi, solo dopo lunghi giorni di attesa e ricerche, arrivò la conferma del ritrovamento del corpo.


Oggi, diciassette anni dopo quella strage è a lei che va il ricordo di tutte e tutti noi, per non dimenticare la storia di Benedetta e di tutte le vittime innocenti del terrorismo.


Un pensiero anche al padre Roberto e a tutta la famiglia, da sempre impegnata a tener viva la memoria. Un impegno che dobbiamo portare avanti in ogni sede e sostenere tutti e tutte, sempre.


7 luglio 2022



Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square