Grazie ragazzi, per le infinite emozioni di questa estate olimpica!


Alla fine di queste Olimpiadi brasiliane un pensiero speciale va a Guendalina Sartori, Claudia Mandia, Lucilla Boari, Marta Pagnini, Camilla Patriarca, Martina Centofanti, Sofia Lodi, Alessia Maurelli, Irene Vecchi, Ilaria Bianco, Loreta Gullotta, Rossella Gregorio, Petra Zublasing, Vanessa Ferrari, Antonella Palmisano, Federica Pellegrini. Ai ragazzi del fioretto maschile e ai canottieri del doppio e del quattro senza pl. Grazie alle loro imprese da #Rio2016 il nostro #italiateam torna a casa anche con dieci medaglie di legno, quelle che non valgono per le prime pagine, i premi e le statistiche ma che costano la stessa fatica, sacrifici e dolore di tutte le altre. Medaglie di legno che pesano come un macigno per gli atleti che le indossano, ai piedi di un podio che sono arrivati solo a sfiorare. Perché il successo nello sport é questione di millimetri o centesimi di secondo, ma l'impresa più grande é sempre riuscire a dare il massimo fino in fondo come ha fatto il mio amico Guido Vinello, sfidando l'infinita emozione di questa prima Olimpiade. In un'Olimpiade, come nelle mille sfide quotidiane di ciascuno di noi. Grazie ragazzi, per le emozioni che ci avete regalato e per l'energia che ci avete trasmesso. Ci servirá, per l'anno che ci aspetta!


Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square