Strage di Bologna: non smetteremo mai di cercare la verità per le vittime e per la democrazia

Stazione di Bologna, 2 agosto 1980.

Alle 10.25 un ordigno, accuratamente nascosto in una valigia abbandonata, viene fatto esplodere nella sala d'aspetto della seconda classe di Bologna Centrale. In pochi istanti, la stazione emiliana diventa un vero e proprio inferno.

Il bilancio delle vittime è straziante: 85 morti e oltre 200 feriti. Un segno indelebile per quello che è stato riconosciuto come il più grave atto terroristico del Paese nel secondo dopoguerra e uno degli ultimi atti di una strategia che mirava a destabilizzare le nostre istituzioni.

Oggi, quarantadue anni dopo la Strage di Bologna, è alle vittime e alle loro famiglie che va il nostro pensiero. Non smetteremo mai di cercare la verità: per loro e per la democrazia.


2 agosto 2022



Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square