#nogasrusso: una scelta coraggiosa e importante per fermare le atrocità

"Quante Bucha servono prima di passare a un embargo completo su petrolio e gas russi? Il tempo è finito" Le parole del segretario del PD Enrico Letta sono parole che condividiamo in pieno. Non possiamo essere indifferenti di fronte alle strazianti immagini che arrivano dall'Ucraina. Un massacro che è un ulteriore conferma di quanto atroce possa essere la guerra portata avanti da Putin. Il nostro segretario ha colto nel segno. Questa è una guerra che continua ad essere finanziata con il gas che la Russia ci vende e che ogni giorno ci ritroviamo nelle nostre case. Non dobbiamo permetterlo. Serve un intervento dell'Europa e l'Italia deve essere compatta nel richiederlo. Ma al tempo stesso è fondamentale anche un'iniziativa dal basso, che permetta a tutti i cittadini di autoridurre i consumi a scapito dell'acquisto del gas russo. Solo così possiamo fare in modo che l'autoriduzione che in tantissimi stiamo portando avanti in queste ore rappresenti non solo una scelta sostenibile, ma anche che diventi un importante strumento di contrasto al finanziamento della guerra. L'emendamento che abbiamo presentato al DL Energia insieme alle colleghe del Partito Democratico Chiara Braga e Cecilia D'Elia, va proprio in questa direzione. Stiamo lavorando duramente per continuare a sostenere la campagna di Michele Governatori e Derrick Energia e ribadiamo oggi con grande determinazione #nogasrusso. Perché siamo dalla parte del popolo ucraino e dei cittadini che vogliono aiutare concretamente a costruire la pace.


Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square