Il futuro è STEM: liberiamo tutte le energie delle donne e del sud nella scienza

Ho partecipato all'Agorà "Il futuro è STEM", promossa da Michela Di Biase, che nel Lazio è stata prima firmataria della legge regionale che ha stanziato 800mila euro, per i prossimi 2 anni, per favorire la parità di genere nelle nelle discipline STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Matematica).


Ringrazio il Segretario Enrico Letta per aver scelto di prendere parte a quest'appuntamento in un momento di gravissima crisi internazionale, insieme a noi c'erano la componente dell'Osservatorio degli Indipendenti delle Agorà Annamaria Furlan, Sandra Savaglio, astrofisica di fama internazionale scelta da TIME come simbolo delle intelligenze italiane che arricchiscono il mondo, il fisico e insegnante Riccardo Giannitrapani l'astrofisica e scrittrice Licia Troisi, la senatrice accademica dell'Università Roma Tre e coordinatrice dell'associazione Studenti alla Terza Sofia Fabiano, Marzia Campanelli, che con l'associazione Fusolab tiene corsi per bambini in ambito scientifico, la Presidente del Cda di Palazzo Rospigliosi Andrea Celeste Peronti, l'insegnante Flavia Finamore.


Nel mio intervento ho sottolineato un aspetto cruciale. Le materie STEM sono strategiche perché riguardano competenze indispensabili per le prossime sfide: l'attuazione del PNRR, la transizione digitale, la transizione ecologica. Sono alla base della costruzione di un mondo oltre Covid-19 diverso, più giusto e sostenibile di quello che era prima del virus.


Come ha spiegato un recentissimo rapporto della Fondazione Openpolis, l'Italia sulle STEM in questo momento ha tre emergenze:


Troppe poche persone studiano e si specializzano nelle materie scientifiche di fronte a richieste occupazionali in crescita. Le ragazze e i ragazzi con titoli STEM continuano ad aumentare, ma siamo ancora molto al di sotto della media UE (16,4 ogni 1.000 residenti tra i 20 e 29 anni rispetto a 21,5). Anpal ha calcolato che solo tra 2021 e 2025 il 14% dell'intero fabbisogno di neo-laureati è costituito da ingegneri (31-35mila ragazze e ragazzi).


Lo squilibrio di genere nelle STEM, che riguarda tutta Europa (13 punti su 1.000 giovani), in Italia è particolarmente forte. Il dato medio dei ragazzi laureati in discipline scientifico-tecnologiche nel nostro paese è superiore di 6 punti (19,4 contro 13,3) rispetto a quello delle ragazze. Ma il divario inizia dalla scuola. In seconda superiore il 23,6% dei ragazzi ottiene il punteggio medio Invalsi più alto in matematica, mentre il dato delle studentesse scende al 15,4%.


L'altro squilibrio è geografico. Il divario tra i punteggi medi Invalsi di matematica tra diverse aree del paese cresce negli anni di scuola: il gap tra centro-nord e sud e isole va da 5 punti (201,1 contro 196,4) in seconda elementare a 33 alla fine delle superiori (209,2 contro 182,1). Gli studenti con competenza numerica maggiore sono tutti nelle città del nord - Trento (222,61), Treviso (221,16), Vicenza (220,32) sono le prime - mentre anche quelle maggiori del meridione - Palermo (175,11) e Napoli (175,12) - sono agli ultimi posti.


La legge approvata, prima in Italia, dalla Regione Lazio guidata da Nicola Zingaretti è quindi fondamentale perché offre un approccio sistematico: interviene a tutti i livelli, dall'infanzia al lavoro, coinvolgendo scuola, università, famiglie, enti locali, corpi intermedi, imprese, PMI e utilizzando tutti gli strumenti utili alla formazione delle donne nelle STEM: corsi per studentesse e docenti, tirocini e iniziative per l'acquisizione di competenze digitali; promozione di borse di studio, apprendistati e dottorati; progetti di Gender innovation Hub, giornate informative e campagne di sensibilizzazione. Per questo la porteremo avanti anche a livello nazionale, insieme alle e ai parlamentari PD che già si sono battuti per inserire le discipline STEM nel PNRR.


Grazie a questo impegno, come sottolineato dal nostro Segretario Enrico Letta, saremo un paese con più uguaglianza e quindi saremo anche un paese più competitivo.


L'Agorà 'Il futuro è STEM'


Il video dell'Agorà



Archivio
Cerca per tag
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square