Cerca
  • Andrea Casu

Insieme come ogni 10 giugno per onorare Giacomo Matteotti


Ogni anno il 10 giugno veniamo qui a Lungotevere Arnaldo da Brescia per onorare insieme il coraggio di Giacomo Matteotti nell'anniversario dell'orribile giorno in cui proprio in questo punto venne aggredito e caricato a forza in una macchina da cinque fascisti. Pochi giorni prima, il 30 maggio 1924, aveva denunciato in Parlamento le violenze contro i candidati socialisti, comunisti, repubblicani, liberali progressisti alle ultime elezioni. Sul giornale "Il popolo d'Italia" Mussolini ordinò subito di "dare una lezione al deputato del Polesine" e dopo poche ore ecco il rapimento e il barbaro assassinio. Le spoglie di Matteotti saranno poi ritrovate in un boschetto di Riano Flaminio solo il 15 agosto. Riconosciuti e processati due anni dopo i fascisti omicidi confessi vengono difesi dal braccio destro di Mussolini, Roberto Farinacci, e ottengono miti condanne, uscendo poco dopo di prigione. Una pagina della nostra storia che tutti devono conoscere e che dobbiamo far vivere ogni singolo giorno dell'anno, facendo del nostro meglio per esserne degni.