Cerca
  • Andrea Casu

Tutti possono diventare campioni, solo gli invincibili lo saranno per sempre.


Il 4 Maggio 1949 durante la tragedia di Superga persero la vita i calciatori del Grande Torino Valerio Bacigalupo, Aldo Ballarin, Dino Ballarin, Émile Bongiorni, Eusebio Castigliano, Rubens Fadini, Guglielmo Gabetto, Ruggero Grava, Giuseppe Grezar, Ezio Loik, Virgilio Maroso, Danilo Martelli, Valentino Mazzola, Romeo Menti, Piero Operto, Franco Ossola, Mario Rigamonti e Julius Schubert. Insieme ai dirigenti Arnaldo Agnisetta, Ippolito Civalleri, Andrea Bonaiuti, agli allenatori Egri Erbstein, Leslie Lievesley, Osvaldo Cortina e ai giornalisti Renato Casalbore, Renato Tosatti, Luigi Cavallero e agli uomini dell’ equipaggio Pierluigi Meroni, Celeste D'Inca, Cesare Biancardi e Antonio Pangrazi. Dal 2015, in loro onore, la FIFA ha proclamato il 4 maggio come "giornata mondiale del giuoco del calcio.

Tutti possono diventare campioni, solo gli invincibili lo saranno per sempre. Oggi e sempre, onore al Grande Torino. Solo il fato li vinse.