Cerca
  • Andrea Casu

Un’amministrazione digitale per un’Italia più semplice e più giusta


Ora che il Consiglio dei Ministri ha approvato i decreti della riforma della PA comincia la parte più difficile e importante. Realizzare davvero negli uffici pubblici il principio del digital first, mettere tutti i cittadini nelle condizioni di operare al meglio nella società digitale, offrire a oltre tre milioni di dipendenti pubblici gli strumenti materiali e le conoscenze indispensabili a realizzare concretamente il nuovo modello organizzativo dell’amministrazione digitale. La sfida che abbiamo di fronte si scrive con tanti acronimi da CAD a Spid, da Italia login a Foia ma significa solo una cosa: costruire oggi un’Italia più semplice e più giusta. Per non lasciare questo proposito sulla carta, come tanti tentativi precedenti, dobbiamo fare tesoro degli insuccessi del passato, e cominciare a sperimentare nuove strade. A tutti i livelli. Sapendo guardare con attenzione e curiosita anche a quanto avviene oltre i nostri confini.